mercoledì 25 novembre 2009

Monzone 7 luglio 1944

I partigiani appena spariti i tedeschi sono ritornati.
Adesso si danno ai saccheggi, rubano un po’ di tutto,specialmente cibo e denaro.
Ma sono veri partigiani o banditi? Non si sa!
Temiamo di avere una visitina anche da noi.
I tedeschi hanno avuto un morto, non sappiamo se sia stato colpito qua o altrove, fatto sta che il morto c’è! Poi hanno trovato armi in una casa a Monzone alto.
Il giorno dopo sono tornati e hanno bruciato la casa.
Con che batti cuore e pena abbiamo visto le lingue di fuoco lambire le mura della casa ed innalzarsi in cielo nuvole di fumo!
La guerra sul fronte russo va in favore dei russi, sebbene i tedeschi combattano accanitamente.
In Italia indietreggiano lentamente. Ora gli inglesi sono vicini a Pisa e a Firenze.
I ribelli o partigiani hanno agito troppo presto nelle nostre zone!
Adesso con tutti i ponti rotti e nessuna comunicazione, ci ridurranno alla fame e il loro atto non sarà valso a nulla perché i tedeschi purtroppo non si fermano davanti a un ponte rotto.
I tedeschi sono usciti con una spaventosa invenzione “il proiettile invisibile”.
In Inghilterra sono in una continua agitazione. Sentono delle grandi esplosioni, vedono seminare rovina e morte intorno e su di loro e non sanno da cosa proviene!
Non si sa che cosa sia, è un segreto!
I tedeschi lo spediscono da luoghi sicuri e lui arriva improvvisamente e silenziosamente, sicché gli inglesi sono costretti a vivere in continuo allarme c’è da impazzire!

2 commenti:

  1. Oh Paola....è davvero molto, molto interessante!
    Ho da poco terminato il libro di Giampaolo Pansa "I Tre Inverni Della Paura", mi riporti a quelle situazioni.
    Ti consiglio di leggerlo.
    Grazie per voler condividere questi scritti con noi.Syl

    RispondiElimina
  2. Lo cercherò! Grazie Syl!! Bacio!!

    RispondiElimina

Se avete avuto la pazienza di leggere queste pagine di diario e volete lasciare un commento siete i benvenuti, non c'è la moderazione dei commenti e gli anonimi sono pregati di firmarsi o verranno cancellati. Tutte le cose che vengono riportate sono state scritte originariamente da mia madre durante la guerra, possono essere stati fatti degli errori riguardo a nomi di luoghi durante la trascrizione che siamo pronti a correggere! Questo materiale non vuole essere in alcun modo offensivo riguardo ai comportamenti di determinate parti nominate, esprime soltanto le idee e le impressioni del momento di una ragazza di 17 anni che ha vissuto come tanti in un brutto momento della nostra storia. Grazie!